Privacy Policy
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 29

Discussione: Francesco ha preso la patente!!

  1. #1

    Predefinito Francesco ha preso la patente!!

    Ciao! Vi segnalo questo video che parla di Francesco, un ragazzo down che ha conseguito la patente.
    Lo conoscete?
    http://www.raiplay.it/video/2016/09/...e60a9c8e1.html
    Paola.....mamma di di due tesori: Alessandro (30/11/05) e Christian (8/4/14)

  2. #2
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  3. #3

  4. #4

    Predefinito

    Non lo conosco, ma conosco Ricky, che ha 17 anni e tra le sue conquiste ha la patente della macchinina con cui va a scuola. A occhio e croce potrebbe guidare meglio di me.

  5. #5

    Predefinito

    Bravo,complimenti ,però ,leggendo anche la notizia su FB pare che abbia la trisomia a mosaico e da quello che ho visto mi piacerebbe sapere anche in che percentuale,cosa che nell'intervista non viene menzionata mentre su alcuni articoli di giornali viene citata.Poi sono sicuramente bei traguardi la patente ,la laurea,...cero solo per pochi ma fa sempre piacere sapere che qualche ragazzo corona i suoi sogni.

  6. #6

    Predefinito

    Davvero un bel ragazzo e non solo per la patente. Ragazzo completo che sa parlare im modo approprato controllare le emozipni, per non parlare delle performance sportive. Sicuramente un caso abbastanza raro, ma un bell'esempio per le famiglie dei neonati... quelle che hanno bisogno di trovare le energie per iniziare un cammino sconosciuto ai più ... e per noi è sempre importante ricordare che non dobbiamo precludere nessuna strada a priori...

  7. #7

    Predefinito

    Sì, è davvero un bell'esempio. Una buona dose di fiducia per i genitori. Però dovrebbero specificare che si tratta di mosaicismo, no?
    Paola.....mamma di di due tesori: Alessandro (30/11/05) e Christian (8/4/14)

  8. #8
    Administrator Pinguino reale L'avatar di zioudino
    Registrato dal
    Jan 2011
    residenza
    Provincia di Cuneo
    Età
    43
    Messaggi
    1,588

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Cricri14 Visualizza il messaggio
    Sì, è davvero un bell'esempio. Una buona dose di fiducia per i genitori. Però dovrebbero specificare che si tratta di mosaicismo, no?
    Secondo me si....anche perchè a vederlo e a sentirlo così, sembra veramente molto poco "Down"
    Poi sicuramente dietro c'è stato un lungo lavoro da parte dei genitori...e infatti il padre lo sottolinea più volte.
    L'anatroccolo non diventa cigno ma vola lo stesso

  9. #9

    Predefinito

    Secondo me non si è tenuti, in nome della veridicità dell'informazione, a specificare il mosaicismo, altrimenti la domanda successiva è: in quale percentuale? E poi, quanto pesa ogni punto percentuale? E quanto gli altri fattori?
    Dentro la trisomia pura sussiste una variabilità enorme, fra i mosaicismi e le traslocazioni pure, fra le persone con l'assetto cromosomico tipico pure: quante ne conoscete che non hanno nemmeno provato a prendere la patente? Quante zappe laureate che "mammamia"? Quante altre su cui non avreste scommesso cento lire e invece hanno vite di successo, non vip, ma realizzate completamente.
    E comunque in varie parti del mondo ci sono persone con la sdd (primaria) che hanno ottenuto la patente di guida, persone nate oltre 16 anni fa, prima delle terapie moderne, dei simulatori di guida eccetera. In Nuova Zelanda ce ne sono almeno due su 5 milioni di persone. Se facciamo una rapida proporzione tra popolazione generale e sdd di Italia e NZ, non dovremmo stare qui a parlare di mosaico/non mosaico, ma di strategie di apprendimento e insegnamento, di tecnologie appropriate, di accesso alle cure, di nuovi standard da settare...mica del dito e della luna!

  10. #10

    Predefinito

    Concedimi di dissentire dove mettiamo la ''dotazione di base''?Mio figlio ha 22 anni e in questi anni ho conosciuto tanti bambini,ragazzi,giovani con la SdD e ti dico che ci sono molte variabili che partono in primo luogo dalla dotazione di base,poi ci mettiamo tutte le strategie,cure,insegnamenti che vuoi ma allora perchè dopo anni di terapie mirate ,all'avanguardia,seguiti passo passo alcuni ragazzi per es faticano a parlare mentre altri senza fare un ora di logopedia parlano bene,naturalmente questo è solo un esempio,te ne potrei citare altri.
    La mia sensazione è che un genitore possa sentirsi inadeguato lui o il figlio se non riesce a raggiungere gli stessi risultati,patente o laurea che sia e non sappia che questi begli esempi di ragazzi che sono riusciti ad ottenere questi risultati non sono la norma nella popolazione con la SdD .
    Con questo non vieto a nessuno di pensare ad alti obbiettivi e di cercare di perseguirli consapevoli però che che non sono alla portata di tutti e che il proprio corredo naturale faccia a volte la differenza

  11. #11

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Sergio Visualizza il messaggio
    Concedimi di dissentire dove mettiamo la ''dotazione di base''?Mio figlio ha 22 anni e in questi anni ho conosciuto tanti bambini,ragazzi,giovani con la SdD e ti dico che ci sono molte variabili che partono in primo luogo dalla dotazione di base,poi ci mettiamo tutte le strategie,cure,insegnamenti che vuoi ma allora perchè dopo anni di terapie mirate ,all'avanguardia,seguiti passo passo alcuni ragazzi per es faticano a parlare mentre altri senza fare un ora di logopedia parlano bene,naturalmente questo è solo un esempio,te ne potrei citare altri.
    La mia sensazione è che un genitore possa sentirsi inadeguato lui o il figlio se non riesce a raggiungere gli stessi risultati,patente o laurea che sia e non sappia che questi begli esempi di ragazzi che sono riusciti ad ottenere questi risultati non sono la norma nella popolazione con la SdD .
    Con questo non vieto a nessuno di pensare ad alti obbiettivi e di cercare di perseguirli consapevoli però che che non sono alla portata di tutti e che il proprio corredo naturale faccia a volte la differenza
    Ma sono d'accordissimo! Però a me sembrerebbe disinformativo sottolineare il mosaicismo quando altrove ci sono ragazzi con la trisomia pura che hanno conseguito la patente con o senza restrizioni.
    Un'altra cosa: leggo interventi in cui si tende a fare l'equazione: tratti somatici sindromici più o meno marcati = potenziale più o meno grande. Su quali basi? Lo chiedo perché ho conosciuto un ragazzino sdd di 12 anni coi tratti evidenti che, in poche parole e con difficoltà di pronuncia, mi ha insegnato come spiegare le espressioni a mia nipote normo, stessa età. Aveva un viso tipico anche un signore anziano (over 50, che in TZ è anzianità) che salì su un pulmino collettivo, pagò il trasporto, prese il resto e salutò i compagni di viaggio. Un passeggero gli domandò: "E il motorino?" lui spiegò, tra parole e gesti, che aveva bucato, la gomma andava cambiata e non aveva i soldi.
    Mi capita anche che gli specialisti che incontrano Paolo mi dicano, già prima di visitarlo: "Ah, lui ha un buon potenziale" eppure non è questa cima, è bello...

  12. #12

    Predefinito

    D'accordissimo con Dorothea... certo il potenziale di base nessuno lo sa a priori quale sia, e quanto dipenda dal cromosoma in più nessuno lo saprà mai. D'altronde quando un ragazzo "normo" eccelle in qualcosa nessuno pensa di spiegare il suo successo grazie al corredo genetico. Immaginate: "il nuovo campione di atletica 2016 ha superato ogni record nei 200m.. d'altronde i suoi cromosomi hanno al loro interno una predisposizione per la corsa, verificata grazie a test genetici di nuova generazione, quindi non è partito ad armi pari degli altri... successo che di conseguenza vale un po meno, diciamocelo".
    Vi immaginate??!?!!??!
    Noi per primi dovremmo smettere di cercare spiegazioni (nel bene e nel male) nel nr di cromosomi e nelle percentuali e nei geni. Ci sono, ci complicano la vita a chi più e a chi meno, che ognuno faccia del suo meglio.... e sia felice

    Ps. Senza troppa responsabilità dei genitori vorrei aggiungere... d'altronde quando i figli "normo" diventano persone perfettemente nella media nessuno si sogna di colpevolizzare la mamma!

  13. #13

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da mip1234 Visualizza il messaggio
    D'accordissimo con Dorothea... certo il potenziale di base nessuno lo sa a priori quale sia, e quanto dipenda dal cromosoma in più nessuno lo saprà mai. D'altronde quando un ragazzo "normo" eccelle in qualcosa nessuno pensa di spiegare il suo successo grazie al corredo genetico. Immaginate: "il nuovo campione di atletica 2016 ha superato ogni record nei 200m.. d'altronde i suoi cromosomi hanno al loro interno una predisposizione per la corsa, verificata grazie a test genetici di nuova generazione, quindi non è partito ad armi pari degli altri... successo che di conseguenza vale un po meno, diciamocelo".
    Vi immaginate??!?!!??!
    Noi per primi dovremmo smettere di cercare spiegazioni (nel bene e nel male) nel nr di cromosomi e nelle percentuali e nei geni. Ci sono, ci complicano la vita a chi più e a chi meno, che ognuno faccia del suo meglio.... e sia felice

    Ps. Senza troppa responsabilità dei genitori vorrei aggiungere... d'altronde quando i figli "normo" diventano persone perfettemente nella media nessuno si sogna di colpevolizzare la mamma!
    Ti quoto e straquoto.

  14. #14

    Predefinito

    Io credo che esempi del genere facciano bene. Ai neo genitori, per non lasciare ogni speranza, alla società per imparare a non etichettare, a noi per non abbassare la guardia.... ai nostri figli per avere dei modelli che li sostengano quando é troppo difficile..... mosaicismo o meno sempre di sindrome parliamo ed é una grande fregatura....non credo sia stata una passeggiata per quella famiglia per quel ragazzo. Apprezziamo i risultati raggiunti, ammiriamo la determinazione, traiano e gli insegnamenti che possiamo e adattandoli alla realtà che abbiamo .... tutto il resto non conta secondo me....

  15. #15

    Predefinito

    In Italia penso sono pochissimi i ragazzi che hanno raggiunto un traguardo del genere. Fino a poco tempo fa era impensabile.
    Il ragazzo è davvero in gamba!!! Gli esercizi ginnici che fa sono per pochi già tra i normo...tra le persone con la sdd sono una vera rarità!
    Mi incuriosisce molto l'esame neuropsicologico di cui parla il padre del ragazzo.
    Certo è che per guidare bisogna avere anche sangue freddo, riflessi pronti e immediatezza nel prendere decisioni o nel non lasciarci influenzare da ciò che accade attorno a noi, cosa che chi ha un ritardo cognitivo, lieve o medio, può fare, ma fino a un certo punto.
    Se mia figlia prendesse la patente, la mia maggior paura sarebbe, non solo nell'affrontare i viaggi in autonomia, orientamento e satellitare vari...già io ho preso varie volte l'autostrada sbagliata, in andata invece che in ritorno, o ho dovuto affrontare momenti di panico in auto... ma nell'evitare che rischi di fare del male agli altri, oltre che a se stessa, per la sua condizione genetica
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •