Privacy Policy
Visualizzazione dei risultati da 1 a 6 su 6

Discussione: in ritardo...auguri a tutte le mamme!!!

  1. #1

    Predefinito in ritardo...auguri a tutte le mamme!!!

    GRAZIE A TE BAMBINA MIA!!! Oggi è la festa della mamma e il regalo più bello che ho ricevuto dalla vita, sei tu Mariasole. Oggi non è la mia festa, ma la tua!
    Questa maternità mi ha davvero cambiato nel profondo, mi ha fatto crescere nell' accoglienza della diversità, che altro non è, se non una " diversa normalità ".
    Grazie a te ho fatto delle esperienze di vita bellissime: meeting, giornate nazionali, gruppi associazione genitori, integrazione scuola, gruppo H, coro " voce nelle mani", Sorriso Sport Disabili e ultima, le Special Olimpycs!
    Ma soprattutto ho imparato ad assaporare ogni singolo attimo della vita, a cogliere le piccole gioie nascoste, a condividere esperienze di genitorialità impegnative, ma ricche di soddisfazioni, ad avere una sensibilità maggiore per i bambini con bisogni educativi speciali nella mia mission lavorativa.
    Un figlio ti cambia la vita, ma tu Mariasole me l' hai arricchita e donata di nuova linfa, gioia, amore e vitalità! Dal cuore parte il mio più grande grazie x te!

    E voi, come vivete la vostra maternità? Il vostro essere mamme ... "fuori norma'" ?
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  2. #2

    Predefinito

    Io la vivo in maniera "pesante" senza avere mai tregua, sempre sull'attenti, sempre pronta a captare cose che magari non vuole dirmi, con la consapevolezza che per me non ci sarà mai un momento di riposo in un futuro lontano in cui magari rilassarsi un pò perchè ormai i figli sono "sistemati"e questo mi pesa! E' inutile dire che magari potrà avere una vita sua autonoma, indipendente, ecc. ecc., per quanto lo potrà essere bisognerà sempre monitorarlo, altrimenti non saremmo qui a parlarne. Sul fatto che molti sostengono che un figlio disabile ci migliori come persone non ne sono poi così convinta! Chi lo dice che se non avesse avuto quel "fagotto" in più non sarebbe stato ugualmente così sensibile, affettuoso e meravigliosamente sorprendente? Chi lo dice che sua sorella non mi dà la stessa gioia sua? Io penso che a volte noi ci creamo delle giustificazioni, delle spiegazioni che ci possano permettere di andare avanti con più serenità possibile e che ci possano far meglio accettare quella che è una situazione difficile da sostenere.
    noi sorteggiati dal computer di Dio!!

  3. #3

    Predefinito

    Io penso che a volte noi ci creamo delle giustificazioni, delle spiegazioni che ci possano permettere di andare avanti con più serenità possibile e che ci possano far meglio accettare quella che è una situazione difficile da sostenere.
    Annarita, io invece penso che nella mia esperienza di vita, la mia grande gioia è stata quella di aver potuto vivere la gioia della gravidanza. La gioia che provo per mia figlia, non è "avere le fette di prosciutto di salame sugli occhi" o "cercare giustificazioni" ma, il proposito, visto che questa è la mia realtà, di prendere sempre il meglio, per la mia serenità.
    Non dico che avere un figlio con la sdd sia più o meno arricchente di uno normo, ma semplicemente che MIA figlia mi dà talmente tante gioie, soddisfazioni e amore, che mi dimentico della sdd, perchè avendo potuto vivere solo questo tipo di maternità, non potevo desiderare di meglio, perchè immenso e grande è l'amore reciproco, la gioia che provo ogni giorno quando la vedo, la tenerezza che mi infonde, ...soprattutto per la riconoscenza di averla ancora qui con me, dopo aver rischiato di perderla a tre mesi, per l'intervento a cuore aperto.
    Riguardo all'essere migliore quando si ha un figlio con disabilità, non lo so se lo sono o no, certo è però, che questa realtà di vita, mi ha portato a vivere esperienze che non avrei mai provato, se lei non avesse avuto la sdd, che mi hanno cambiato profondamente.
    Avrei provato altri tipi di esperienze con un figlio normo...ma di questo non posso dire niente, perchè non le ho mai vissute.
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  4. #4
    Super Moderator Pinguino reale L'avatar di maddy
    Registrato dal
    May 2008
    residenza
    brianza
    Età
    51
    Messaggi
    2,558

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Anna Rita Fracchiolla Visualizza il messaggio
    Io la vivo in maniera "pesante" senza avere mai tregua, sempre sull'attenti, sempre pronta a captare cose che magari non vuole dirmi, con la consapevolezza che per me non ci sarà mai un momento di riposo in un futuro lontano in cui magari rilassarsi un pò perchè ormai i figli sono "sistemati"e questo mi pesa! E' inutile dire che magari potrà avere una vita sua autonoma, indipendente, ecc. ecc., per quanto lo potrà essere bisognerà sempre monitorarlo, altrimenti non saremmo qui a parlarne. Sul fatto che molti sostengono che un figlio disabile ci migliori come persone non ne sono poi così convinta! Chi lo dice che se non avesse avuto quel "fagotto" in più non sarebbe stato ugualmente così sensibile, affettuoso e meravigliosamente sorprendente? Chi lo dice che sua sorella non mi dà la stessa gioia sua? Io penso che a volte noi ci creamo delle giustificazioni, delle spiegazioni che ci possano permettere di andare avanti con più serenità possibile e che ci possano far meglio accettare quella che è una situazione difficile da sostenere.
    sorella a parte, queste tue parole avrei potuto scriverle io
    Adoro mia figlia, la adoro in ogni cosa che fa, ma non c'è giorno in cui quel cromosoma di troppo non mi dia dei pensieri di cui farei volentieri a meno. Il futuro, le cose che mia figlia non mi dice, la lentezza della sua crescita.... ho imparato a conviverci con queste cose, ma se una bacchetta magica potesse togliere l'intruso, mi disabituerei volentieri in un nanosecondo.
    Comunque sono circa dieci giorni che mia figlia mi fa gli auguri..... ma ogni tanto aggiunge "buon compleanno"
    Maddalena, mamma di Monica, 11 anni

  5. #5

    Predefinito

    Io confido nel fatto che essere diventata "mamma fuori norma" mi aiuti a diventare una "mamma nella norma" diversa, non dico migliore, perchè nonostante le mie mancanze e i miei errori, cerco di fare del mio meglio con tutti e tre i miei figli............però con Alice tutti i traguardi e tutte le conquiste le ho date un po' per scontate, Stefano mi "ha insegnato" che con lui non si da per scontato nulla, quello che raggiunge lo raggiunge con molta più fatica e determinazione della sorella, e quando lo raggiunge ci riempie il cuore di gioia........quindi voglio imparare a fare la stessa cosa anche con Adele.

    Detto questo però, Laura, devo ammettere che io non riesco a vivere la sindrome di down con la stessa positività con cui la affronti tu, sicuramente questo è dovuto ai due percorsi di vita che ci accompagnano, ma io DAREI QUALSIASI COSA PER FAR SI CHE LA SINDROME SPARISSE DALLA VITA DI STEFANO, io sono arrabbiata con quel cromosoma in più, fatico ad accettare che ci sia, e per me, per fortuna ultimamente sempre meno, i momenti no quando si presentano mi fanno stare malissimo............ogni cambiamento importante per me è pesante, andare alle riunioni a scuola è pesante, andare ai colloqui con le maestre è pesante, rapportarmi con le mamma dei compagni di Stefano, nonostante devo ammettere di essere davvero fortunata perchè sono tutte molto sensibili, è pesante, sapere che a volte ha i compiti diversi dai compagni è pesante, vederlo faticare a fare i compiti è pesante,(avrei una lista infinita) ma soprattutto E' PESANTE PENSARE AL FUTURO, alle difficoltà che affronterà nella vita, ai pregiudizi, a quando la consapevolezza inizierà a fargli male, e chissà come affronterò io questa cosa da mamma..............insomma ho imparato a pensarci di meno, ma questo MI SPACCA DAVVERO IL CUORE.........vorrei potergli evitare tutto questo..............!

    L'ho già detto e lo dirò altre mille volte posso ringraziare la SINDROME DI DOWN per una sola cosa, aver conosciuto il forum e le persone che ne fanno parte, con alcune famiglie poi è nato un rapporto fantastico, un'Amicizia con la A maiuscola che va ben oltre all'unica cosa che ci accomunava all'inizio, adesso sono parte fondamentale della nostra VITA FAMIGLIARE e non potrei più fare a meno di loro!
    ...a modo tuo camminerai e cadrai, ti alzerai sempre a modo tuo...

  6. #6

    Predefinito

    Io ho tre figli .
    I due maschi piu ' grandi
    E poi Alice .
    Col suo corredo cromosomico esagerato .
    Con i suoi ritmi .
    Alice che si prende il suo tempo .
    Ma quando impara ..non dimentica piu'
    Alice e la sua gioia .
    L 'amore per il ballo .
    La sua memoria
    Alice non dimentica ..
    Io lo so che non sara'facile ,che non sempre e' facile .
    Pero'non penso che Andrea e Lorenzo ,possano avere una vita piu' bella o.piena della sua .o in qualche modo piu' facile
    Diversa si .ma non piu' bella .

    Non so se sono diventata una mamma migliore
    Ma di certo ho conosciuto belle persone ,che altrimenti mai avrei incrociato nella mia vita .
    Intanto faccio un passo alla volta .
    Mi godo mia figlia ,nella sua interezza e non mia figlia con sindrome di Down

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •