Privacy Policy
Visualizzazione dei risultati da 1 a 9 su 9

Discussione: Ballando con le stelle con Nicole Orlando

  1. #1
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,209

    Predefinito Ballando con le stelle con Nicole Orlando

    Visto che è iniziato parliamone
    Bravissima Nicole, un po' troppo emozionata, ma ci sta. Saprà controllarla e riuscire a parlare man mano che passeranno le puntate.
    Lo avete visto? riflessioni, considerazioni? Purtroppo sono di fretta ma vedo di ripassare
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  2. #2

    Predefinito

    Nonostante avessi a casa 15 ragazzi riuniti per festeggiare il compleanno di uno dei miei figli di cuore non mi sono assolutamente persa il debutto di Nicole!
    Mi ha emozionata tantissimo, figuriamoci come poteva sentirsi lei o addirittura la mamma e il nonno che erano lì a guardarla!!!!
    E' stata molto brava, nonostante la tensione del momento ha fatto comunque una buonissima esibizione!
    Non era la sindrome in primo piano bensì Nicole, una ragazza con un cromosoma in più ma con tanta determinazione e voglia di fare!
    La sua spontaneità l'ha resa simpatica al grande pubblico e inconsciamente ci ha dato una grande iniezione di fiducia e speranza rispetto alle possibilità che anche i nostri ragazzi possono avere nella vita ...certamente non tutti potranno sfondare nel mondo dello spettacolo ma poco importa, è altrettanto importante, lo sport, la scuola, il lavoro, la famiglia.....
    Ecco Nicole ci ha dimostrato che nulla è impossibile ma allo stesso tempo ci fa capire anche che la vita non le ha regalato niente e tutto ciò che ha ottenuto e continuerà ad ottenere e il frutto del suo impegno e quello della sua famiglia!
    Lory

  3. #3

    Predefinito

    Nicole penso sia in assoluto la persona con sdd che abbia avuto più notorietà alla tv, a partire dalle olimpiadi, al discorso di fine anno, sanremo, ed ora la trasmissione "ballando sotto le stelle". Ho visto la sua perfomance nei video che girano in facebook, e non avendo la tv, l'ho seguita sempre "dopo". Senza dubbio si nota la sua grandissima buona volontà, il grande allenamento che ha dovuto fare, le sue incertezze sulla paura di non potercela fare, e devo dire che la sua esibizione è stata buona ....non sapendo come ballano gli altri, non sono in grado di dare valutrazioni obiettive.
    Senza dubbio aver dato visibilità a lei, è una grande "sfida" che probabilmente solo ora, perchè i tempi sono "giusti" si poteva fare. Può essere anche una mossa "commerciale" ma l'importante è che abbia fatto vedere agli italiani che "anche down si può" nella speranza che tutte le persone che seguono i nostri figli, vedendo a cosa possono arrivare, credano di più in loro, e gli vengano date maggiori opportunità.
    Certo, anche nei normo mica tutti i figli potranno partecipare a Sanremo, o vincere medaglie d'oro alle olimpiadi, però trovo davvero molto utile, per favorire la cultura verso l'accoglienza della diversità, tutta questa sua visibilità.
    Pensate che a Natale, l'insegnante di Mariasole mi aveva messo, assieme ad un piccolo pensierino per lei, un articolo di Nicole che aveva vinto le olimpiadi, nel quale si sottolineava come, con le giuste opportunità, i nostri figli possono raggiungere traguardi insperati anni fa.
    Già solo questo articolo, avrà dato alla sua favolosa insegnante, anche se non ce n'era bisogno, perchè vede in Mariasole tutto il positivo, una visuale nuova e diversa della disabilità, e come con lei, lo avrà fatto con tuytte le persone che leggono l'articolo.
    Certo, ci sono anche le persone che vedono solo il negativo e continueranno a criticare o a fare commenti sprezzanti sulla partecipazione di Nicole, che a volte dimostreranno anche il pietismo che io non tollero....ma queste ci saranno sempre....non c'è peggior cieco di chi non vuole vedere, o peggior sordo di chi non vuol sentire.
    Con queste persone io non mi metto neanche a discutere ma.... volto lo sguardo e passo oltre...secondo me con loro non c'è speranza e non spreco inutili energie.
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  4. #4

    Predefinito

    Credo che Nicole sia una perfetta "ambasciatrice" per i nostri figli. Non è una ragazza down intellettivamente superdotata, come Pablo Pineda, ad esempio. Anche la visibilità di persone come lui è utile, per dare voce alla categoria, ma non rappresentano certo la media dei nostri ragazzi, il "prototipo" con cui poi si vanno a confrontare le persone.
    Non è particolarmente dotata nel ballo, ma lo fa con grande entusiasmo. Si emoziona, si blocca, si esprime senza filtri, ma ha un sorriso e una vitalità che ispirano immediata simpatia e coinvolgono. La trovo un personaggio molto positivo, e mi piace che tutti possano vedere che la motivazione intrinseca ad essere felici e a fare al meglio delle proprie possibilità le cose che piacciono possano risiedere in una persona con la sindrome di down.
    Con questa sovraesposizione, ha la responsabilità, verso tutti noi, di continuare a divertirsi. I suoi familiari di continuare a permetterle di essere se stessa, come sta facendo, senza caricarla di aspettative o migliorare la sua immagine (viene spontaneo a tutti noi), perchè i suoi punti di forza stanno tutti dentro di lei.
    Per essere più chiara, affermo questo perchè, seguendo il suo profilo fb, non posso credere che i suoi stati, per come sono confezionati, siano tutta farina del suo sacco, ed è un peccato. Ho una figlia grande e conosco parecchi altri ragazzi con sindrome di down, quindi parlo con cognizione. So quanto sia difficile lasciarli essere se stessi fino in fondo, pur aiutandoli a crescere e migliorarsi, e quanto possa essere forte la tentazione di metterci lo zampino per proteggere loro e noi dai giudizi. Partiamo fin da quando sono piccoli, e rispondiamo al posto loro o filtriamo le domande che gli altri fanno, in modo da aiutarli e indirizzarli a rispondere. Dobbiamo sforzarci, però, perchè quando sono genuini, in fondo, sono meglio accettati da tutti.

  5. #5

    Predefinito

    Parto dicendo che non ho visto ne' Ballando nè Sanremo per cui..ho un amicizia virtuale su FB con Roberta ,la mamma e ci siamo scambiate messagi ,lo scorso hanno ci siamo presentate di persona ad una gara di nuoto dove gareggiavano i rispettivi figli,mi è sembrata una mamma alla mano ma anche decisa,determinata.ci siamo scambiate però solo quattro parole.
    Sono convinta e contenta che Nicole stia realizzando alcuni suoi interessi ma non vorrei che la sovraesposizione mediatica che l' ha vista protagonista in questi ultimi mesi,Olimpiadi,comparse in varie trasmissioni, TV,articoli sui giornali,per finire Sanremo ed ora Ballando,tutto ciò dicevo non vorrei la facesse pensare che questo sia il suo futuro ma bensì delle bellissime esperienze di sport,svago,spettacolo.Sono sicura che la sua famiglia la supporterà nel mettere tutte queste opportunità nella giusta ottica.Mi sembra un po' il pensiero che anche drdlrz faceva nella risposta precedente,comunque sia brava Nicole.

  6. #6

    Predefinito

    Ho visto anch'io la trasmissione per altro da sempre seguita dal mio Marco con grande partecipazione che ha esordito quando l'ha vista esibirsi "mamma è down". E' andata bene, si vede il suo impegno e la sua determinazione, certo non rappresenta il "down tipico" diciamolo tranquillamente, la maggior parte dei ragazzi della sua età non raggiungono il suo livello per vari motivi, ma sicuramente è una "flebo di ottimismo e fiducia" soprattutto per chi ha i figli ancora piccoli. Anche io in fondo ho fatto lo stesso quando Marco è nato 18 anni fa nel seguire le partecipazioni di un ragazzo Valerio Vela al costanzo show e mi si apriva il cuore nel vederlo e sentirlo parlare auspicando anche per il mio piccolo tali risultati.
    Spero solo che la trasmissione la faccia andare avanti "il giusto" senza strafare, perchè lo sappiamo bene che noi italiani siamo i primi a mostrare il nostro "lato buono" la "mancanza di pregiudizi" per le buone cause salvo poi applicarlo nella quotidianità. In fondo anche l'anno scorso Giusy Versace è stata bravissima, insuperabile per i suoi problemi ma chi come me ha visto tutte le puntate si aspettava non certo il podio ma un meritatissimo secondo posto.
    So di andare contro corrente, ma io penso che per avere un giusto equilibrio Nicole e chi ha degli handicap non debba gareggiare con chi non ne ha, è una gara impari dove il lato cuore supererà sicuramente il lato cervello, e questo non è sportivo. Ben venga e ben meritate le sue medaglie nelle "paraolimpiadi",qui sarebbe stato meglio ballerina per una notte! E poi non ditemi che non è stata fatta questa scelta per non fare più odiens, ogni anno mettono un personaggio che attiri l'attenzione sul programma e io lo so perchè lo seguo da anni insieme al mio adorato Marco!
    noi sorteggiati dal computer di Dio!!

  7. #7

    Predefinito

    ieri ho cercato qualche link per vedere la puntata, ma non l'ho trovato. Mi potete aiutare? grazie

  8. #8
    Administrator Pinguino reale L'avatar di kokoro
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Milano
    Età
    49
    Messaggi
    924

    Predefinito

    La presenza di Nicole a Sanremo in eurovisione così come quella in prima serata a Ballando sotto le stelle è una visibilità enorme, e per tutta la comunità che ruota attorno alla sindrome di Down è un’occasione unica. Nicole ha sulle spalle una grande responsabilità è un momento importante per tutti noi.
    Di strada ne abbiamo fatta tanta in questo paese in termini di riconoscimenti di diritti, di inclusione scolastica, lavorativa e sociale, ma ancora ne dobbiamo fare tanta sul piano culturale, perché i diritti non bastano, le leggi non bastano se la cultura non c’è, se il mondo non è pronto ad accogliere i nostri ragazzi per quello che sono. Siamo stati premiati all’Onu come il paese modello per l’inclusione scolastica, ma nelle scuole ci sono ancora tante difficoltà perché anche se la legge c’è le risorse mancano e la cultura ancora non è diffusa. Il punto è che le battaglie politiche per i diritti devono andare a braccetto con quelle culturali, altrimenti sono inutili. E noi qui lo sappiamo bene, è anche per questo che siamo nati.
    Nicole a Sanremo era truccata per l’occasione, ma non ha rinunciato alla tuta della sua squadra, era emozionata ma è stata grande, soprattutto è stata se stessa. Ho apprezzato molto Carlo Conti che ha presentato Nicole come un’atleta, una donna di 22 anni che ha vinto 4 medaglie d’oro e una d’argento. Che fosse una persona con sindrome di Down era solo un pezzo del puzzle e non la sua definizione. Ci ha pensato lei a specificarlo, in ben due occasioni, una consapevolezza che non ha guastato, anzi.
    Per la cultura della diversità questo è un passo straordinario: non avere bisogno di spiegare, non avere bisogno di dire, non avere bisogno di chiamare le cose evidenti con la loro definizione scientifica, e concentrarsi sulla persona e sulle sue abilità e i talenti per cui è lì, in quel luogo. Niente compassione, niente “è un esempio di vita!” per favore! Nicole era a Sanremo perché è una straordinaria atleta e certamente anche per promuovere Ballando. Tutto qui. Ed è abbastanza.

    A Ballando è stato diverso e una sfida ancora più grande. Li' non andava come atleta, ma andava come atleta che si cimentava nel ballo. Coraggiosa! Come gli altri concorrenti per altro, nessuno esperto del settore, tutti con altri mestieri. Questa si chiama inclusione, sempre che venga trattata come tutti gli altri. Partecipare a questa trasmissione senza sconti significa anche accettare le critiche e il giorno dopo ce ne sono state. Ma credo che la famiglia fosse pronta, Nicole poteva dare di più ed è evidente a chi la conosce, ma era la prima puntata ed era emozionantissima, avrei solo voluto vederla vestita diversamente, il primo abito non le rendeva davvero giustizia! Sono certa che la sua partecipazione sarà un crescendo e alla fine sarà meglio così anche per i nostri obiettivi più alti. Non era lì per negare la sua condizione, non era lì per dire che la sindrome di Down non esiste, non era lì per dire he era facile, non era lì per dire che è una supereroina che sa fare tutto: correre, saltare, vincere medaglie, andare a Sanremo, ballare... Era lì per dire che ci avrebbe provato, ce l'avrebbe messa tutta, si sarebbe impegnata per fare anche quello al meglio fino a scardinare certi pregiudizi. Io sono certa che ce la farà. Ma diamole tempo, questo non succederà in una notte, ma settimana dopo settimana, sarà frutto di allenamento durante la settimana e di allenamento a contenere l'emozione, e alla fine sarà ancora più bello! Diamo tempo anche al pubblico, la cultura e i pregiudizi non si scardinano in una notte, nemmeno con un mezzo potente come la TV in prima serata. I benpensanti e gli sciacalli fanno parte del mondo ed esporsi obbliga ad incontrarli, ma c'è da tirare dritto e lavorare duro! Io spero che il messaggio che passerà alla fine sarà che il tempo, l'allenamento e la determinazione avranno la meglio sui limiti e sui pregiudizi. Io sono orgogliosa di Nicole e aspetto la prossima puntata per vedere altri pezzettini del muro del pregiudizio cadere, uno dopo l'altro settimana dopo settimana.

    Non tutti i ragazzi con sindrome di Down possono fare quello che fa Nicole, questo è vero e non dobbiamo dimenticarlo, così come non dobbiamo dimenticare che il valore di una persona non si misura su quello che riesce a fare, ma noi abbiamo bisogno di testimonial come lei, di persone che facciano capire chi sono le persone con sindrome di Down, cosa possano fare, la consapevolezza che hanno, e loro capacità di autodeterminarsi.
    Ha una grande responsabilità Nicole, ma spero che non la senta e che si stia semplicemente divertendo da morire e che stia facendo un’esperienza di vita indimenticabile tanto e quanto le olimpiadi.
    Kokoro... con l'accento sulla terza ò!
    Ovvero Martina, mamma di Giulia (17 anni), Emma (14 anni SdD), Cesare (13 anni)

  9. #9

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da ADR Visualizza il messaggio
    ieri ho cercato qualche link per vedere la puntata, ma non l'ho trovato. Mi potete aiutare? grazie
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi...f32d21.html#p=

    eccolo qua
    prendi il vento e guarda l'orizzonte...

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •