Privacy Policy
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10

Discussione: Lettera di una maestra

  1. #1
    Administrator Pinguino reale L'avatar di zioudino
    Registrato dal
    Jan 2011
    residenza
    Provincia di Cuneo
    Età
    43
    Messaggi
    1,588

    Predefinito Lettera di una maestra

    Una bella lettera scritta da una maestra e mamma...Da leggere!
    http://www.maestraemamma.it/?p=1265
    L'anatroccolo non diventa cigno ma vola lo stesso

  2. #2

    Predefinito

    E' bellissima ma fa tanta paura e mette un po' di tristezza
    Paola, mamma di Pietro, nato il 17/04/2012

  3. #3
    Administrator Pinguino reale L'avatar di zioudino
    Registrato dal
    Jan 2011
    residenza
    Provincia di Cuneo
    Età
    43
    Messaggi
    1,588

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da paolagaspa Visualizza il messaggio
    E' bellissima ma fa tanta paura e mette un po' di tristezza
    Eccome se mette tristezza...e fa pure pensare parecchio! Com'è possibile che l'integrazione nella classe e l'istruzione di questa bambina siano legate al fatto che la sua maestra di sostegno ha a sua volta una bambina disabile e quindi è particolarmente sensibile alla sua situazione? Non dovrebbe essere la normalità?
    L'anatroccolo non diventa cigno ma vola lo stesso

  4. #4

    Predefinito

    La normalità non esiste, più vado avanti e più lo capisco. Purtroppo chi ha la sensibilità giusta in questo ambito è proprio chi ci è passato. Sarebbe davvero bello essere visti per quello che si è e non per come si appare, e la scuola "dovrrebbe" essere luogo di integrazione ed invece è sempre più luogo di disgregazione.
    Francesca mamma di Stefano 19 anni e Giovanni Angelo 6 anni SD.

  5. #5
    Administrator Pinguino reale L'avatar di zioudino
    Registrato dal
    Jan 2011
    residenza
    Provincia di Cuneo
    Età
    43
    Messaggi
    1,588

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da Fraegio Visualizza il messaggio
    la scuola "dovrrebbe" essere luogo di integrazione ed invece è sempre più luogo di disgregazione.
    Questo purtroppo esiste anche nelle classi "normali"... dove non ci sono alunni con "svantaggi accertati"...ma dove alcuni sono solo un po' più lenti a capire le cose in certe materie rispetto ad altri.
    Fortunatamente se è vero che ci sono di alcune insegnanti un pò, diciamo, particolari...dall'altra parte della cattedra ci sono dei bambini, e molte volte ci pensano loro a ripristinare le cose!
    L'anatroccolo non diventa cigno ma vola lo stesso

  6. #6
    Super Moderator Pinguino reale L'avatar di maddy
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    brianza
    Età
    50
    Messaggi
    2,558

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da zioudino Visualizza il messaggio
    Fortunatamente se è vero che ci sono di alcune insegnanti un pò, diciamo, particolari...dall'altra parte della cattedra ci sono dei bambini, e molte volte ci pensano loro a ripristinare le cose!
    non sono ottimista come te, zioudino, riguardo alla sensibilità dei bambini.
    I bambini, soprattutto quelli piccoli, sono naturalmente egocentrici, senza cattiveria nè malizia, ma lo sono. Se non ricevono spiegazioni e strumenti per aiutare il compagno più lento, lo lasciano indietro, anche se gli vogliono bene. Quindi è fondamentale che ci siano bravi insegnanti, altrimenti tocca sperare nelle spiegazioni dei genitori e ovviamente diventa tutto più difficile
    Maddalena, mamma di Monica, 11 anni

  7. #7
    Super Moderator Pinguino reale L'avatar di ritz
    Registrato dal
    Sep 2006
    residenza
    Milano
    Età
    49
    Messaggi
    485

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da zioudino Visualizza il messaggio
    Eccome se mette tristezza...e fa pure pensare parecchio! Com'è possibile che l'integrazione nella classe e l'istruzione di questa bambina siano legate al fatto che la sua maestra di sostegno ha a sua volta una bambina disabile e quindi è particolarmente sensibile alla sua situazione? Non dovrebbe essere la normalità?
    ....prendo spunto da questo passo, perché oggi sono approdata al pianeta proprio con l'intenzione di parlare di inclusione, di confrontarmi con voi.

    Quale il parametro di valutazione? Me lo domando da tempo.

    Quando mi lascio rattristare da dubbi amletici del tipo:
    perchè mio figlio vive attaccato alla cattedra e ha per compagno un muro?
    perchè le insegnanti non ricordano a quando risale il suo ultimo tentativo di lettura in pubblico?
    perchè un esperienza come il teatro a scuola è stata affrontata assegnando le parti a caso (sono parole delle insegnanti)?
    perchè sul suo quaderno da due anni a questa parte ci sono solo segni, faccine, frasi di incitamento degli insegnanti di sostegno e risultano completamente assenti le insegnanti di ruolo?
    ecco quando mi assalgono queste domande e cerco scampo presso qualche specialista, la risposta ai miei quesiti è sempre la stessa: "Ma lei come lo vede Francesco? E’ Sereno?"
    Ebbene si lo vedo sereno! ma tanto mi deve bastare?
    Non lo so, ma nel mio mondo fantastico, ma poi non del tutto visto che all’età di 8 anni frequentavo la scuola con una compagna con sindrome di Down (di cui si occupava interamente la mia unica maestra…ed eravamo intorno ai 30, bambino più bambino meno) ecco in questo mio mondo, inclusione e didattica inclusiva suonano un po’ diversamente.

    Ma a voi come suonano?

  8. #8
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,206

    Predefinito

    Che dolore!!! Mi sa che devo risponderti in un altro momento... forse quando Davide avrà raggiunto la maggiore età
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  9. #9

    Predefinito

    Rita mi pongo i tuoi stessi quesiti, unica cosa mio figlio ha il banco lontano dalla cattera penso perchè così l'insegnante di sostegno sta più comoda con la sua sedia .
    Io per ora non ho risposte, sto però provando a cambiare ambiente vediamo che succederà!
    Francesca mamma di Stefano 19 anni e Giovanni Angelo 6 anni SD.

  10. #10

    Predefinito

    ho spostato qui le riflessioni di Rita perchè meritano un 3d apposito e possono essere spunto di una condivisione più approfondita
    http://www.pianetadown.org/showthrea...2-l-inclusione
    Fa rumore camminare tra gli ostacoli del cuore! (Ligabue - Gli ostacoli del cuore)

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •