Privacy Policy
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 16 a 30 su 34

Discussione: Pei

  1. #16

    Predefinito

    Se non ho capito male quindi al massimo dovrebbero essere 22 , però si parla di prime classi. La sezione di lorenzo è mista, quest'anno ci sono bambini di 4 e 5 anni. Quindi non ci rientrerebbe nella normativa? Il prossimo anno però quelli di 5 anni andranno alla scuola elementare e prenderanno quelli di 3 quindi per il prossimo anno potrei far presente la cosa o in caso di classe mista non è valido?
    Sabri mamma di Chiara, Lorenzo e Ines

  2. #17

    Predefinito

    Ciao Sabrina.
    Le classi alla scuola dell'infanzia con un bambino con disabilità possono avere fino a 25 bambini massimo; (in quella di Mariasole sono 26), in base alle necessità della struttura, agli spazi, alla gravità della disabilità...; l'ideale sarebbe avere 20 o 22 bambini per sezione.
    Le classi senza bambini con disabilità possono arrivare ad un numero massimo di 29 bambini. Quindi, se Lorenzo è in una classe di 28 bambini, sarebbero troppi.
    A volte lo si fa per avere più contributi, perchè in comune vanno dati in base al numero di alunni, rischiando forte però, perchè se si ha un controllo, non rispettando questi parametri, possono togliere i contributi stessi dal ministero della pubblica istruzione...se la tua è una scuola privata, parrocchiale o paritaria.
    Il numero di bambini per sezione non varia in base all'età dei bambini. Quindi il prossimo anno l'unico consiglio che puoi dare è quello che la normativa prevede al max 25 bambini e farti spiegare perchè non viene rispettata.
    Tieni conto che in alcuni casi, tipo in montagna perchè il territorio non permette di avere scuole vicine tra loro, questi parametri possono essere più alti, oppure in una scuola come la nostra si è optato per un bambino in più perchè non abbiamo gli spazi per fare una nuova sezione. Insomma...c'è sempre l'eccezione alla regola.
    Ma dimmi....come è andata oggi? cosa ti hanno detto quando sei andata a prendere Lorenzo?
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  3. #18

    Predefinito

    A gennaio comunque al prossimo gruppo h dove presumo si chiederanno le ore di sostegno per il prossimo anno scolastico farò presente questa cosa.... se mi accontenteranno con le ore di sostegno potrei sorvolare... vediamo....
    comunque quando sono andata a prenderlo mi è sembrato tutto tranquillo e c'era una maestra dell'altra sezione con lui.... evidentemente si sono organizzati.... però quanto è dura.....
    Sabri mamma di Chiara, Lorenzo e Ines

  4. #19

    Predefinito

    però quanto è dura.....
    Sabri, anche io venerdì ho dovuto fare una scelta "diversa" e ti assicuro che come mamma e coordinatrice è ancora più difficile perchè spesso mi sento divisa in due.
    I compagni di Mariasole nel pomeriggio andavano a fare le prove per la Festa di Natale, che si è fatta oggi, alla quale noi non potevamo andare perchè avevamo il battesimo di sua cugina.
    Sapere che stava a teatro più di un'ora, con l'insegnante di sostegno che seguiva tutti i bambini e non solo lei, mi ha convinta a portarla a dormire nel pomeriggio, con i compagni più piccoli, così alla sera saremmo potute andare al centro commerciale a fare shopping natalizio, visto che lei alle otto di sera crolla, perchè alle 7.30 di mattina apriamo la scuola.
    Sono stata indecisa fino all'ultimo di questa scelta, con tutti i sè e i ma..era giusto toglierla dai compagni? e se magari fosse stata attenta alle prove per tutto il tempo? e se non voleva dormire con i piccoli?.....finchè a mezzogiorno si è presentata una scena che le mie colleghe non dimenticheranno facilmente...e neanche io.
    C'era una bambina del primo turno di pranzo che era rimasta da sola perchè doveva finire di mangiare, mentre c'erano i bambini del secondo turno che pranzavano. Mariasole ha visto che lei aveva iniziato a fare una lacrimuccia; si è avvicinata e ha cominciato a darle da mangiare, a imboccarla, a rassicurarla, e mentre lo faceva era tutta felice. (vorrei caricare il video ma non so come si fa) .
    In quel momento ho capito come a volte è necessario anche adattarsi alla realtà che in via eccezionale, può uscire dai soliti schemi o orari; a non "lottare" sempre contro tutto e tutti, per far sì che i nostri figli abbiano ciò di cui hanno diritto (non è riferito a te Sabri, ma è una considerazione generale) perchè se avessi chiamato una supplente che seguisse Mariasole mentre era alle prove, le avrei privato della gioia di potersi misurare in un contesto diverso, ma per lei comunque arricchente, di aiuto verso una compagna più piccola di lei...
    e avrei rinunciato allo shopping serale, visto che l'ultima volta era crollata dal sonno nel carrello della spesa e aveva come cuscino i rotoli di carta igienica
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  5. #20

    Predefinito

    Lo so Laura, quello che dici è vero però a volte mi sembra di non fare abbastanza e ho paura che non facendo tutto il possibile un giorno me ne potrei pentire....
    per le altre figlie è diverso, alla fine si sanno "difendere da sole". Non so se riesco a spiegarmi. Anche la piccola,per esempio, parla benissimo e ti formula le frasi come se fosse già grande quindi chi sta con lei sà quello che vuole e se ha qualche problema: lo esprime. Lorenzo no e quindi io cerco di esporre quello che lui comunque non esprime. Anche lui sa imporsi ma è diverso, il suo imporsi spesso è considerata oppositività e nient'altro. Sarà anche perchè comunque l'insegnante di sostegno e l'asistente che stanno con lui fondamentalmente non mi piacciono, non che siano cattive persone però le vedo alquanto svogliate e lasciano tutto al caso e per me si perde tempo prezioso... ti dico solo questa per rendere l'idea: a giugno scorso volevo togliere il pannolino a lori, dico all'assistente di toglierlo del tutto e io avrei portato diversi cambi. Lei mi dice che pensa non sia possibile perchè si sarebbe bagnato........ (non so inserire le faccine...) ma và??????????? allora ci ho pensato da sola, finito l'asilo ci ho pensato io.... e lori ha tolto il pannolino.... ho reso l'idea?
    Sabri mamma di Chiara, Lorenzo e Ines

  6. #21

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da sabri Visualizza il messaggio
    ... ho reso l'idea?
    si Sabri hai reso l'idea
    La cosa più difficile per noi mamme è affidare i nostri pargoli a professionisti (operatori, insegnanti, assistenti) che "non li vedono" o meglio che vedono solo una parte di loro: l'handicap.
    Nessuno lo nega e lo vuole negare, ma ci sono professionisti che sono catalizzati solo da quello e solo in senso negativo: vedono il limite, non si accorgono della risorsa.
    Questa è la cosa che mi lascia più amareggiata ed è la cosa che mi fa stare più male! i nostri figli sono bimbi inanzitutto, non sono solo "quelli certificati della classe", e non tutti gli insegnanti a volte riescono a "scollegare" nella loro mente l'idea dell'handicap guardando i nostri bambini
    Fa rumore camminare tra gli ostacoli del cuore! (Ligabue - Gli ostacoli del cuore)

  7. #22
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,208

    Predefinito

    Una domanda al volo. Come genitori dobbiamo firmare il PEI, quella firma a livello legale che valore ha? E' una firma per conoscenza che ne dimostra la consegna o è una firma che sta a testimoniare la condivisione del documenti e che ci sta bene quello che ci è scritto?
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  8. #23

    Predefinito

    Ciao Mariasole, ti ringrazio per tutte le informazioni
    Da noi il plesso ha consegnato il P.E.I. prima della fine di giugno, assieme alla Diagnosi Funzionale.
    Al Gruppo H o G.L.H. ho partecipato prima della fine di settembre.Regolarmente firmato.
    In quell'occasione mi è stato detto che ci saremo rivisti la prossima primavera ... ... sbaglio o la tempistica è diversa? Forse dipende dal fatto che eravamo al primo anno?O devo sollecitare qualcuno?
    Se non ricordo male nella classe di Mirco sono 20 piccoli + 4 grandi.
    Devo confidarvi che mi metterebbe ansia sapere che Mirco non ha la presenza della maestra per tutta la mattina...anche se in quella scuola sono tutti collaborativi.
    Avete ragione che rompere gli schemi faccia bene ai nostri cuccioli...ma la testa di mamma...è la testa di mamma!!!

    Credo che la nostra firma intenda "letto, capito, approvato...ma esercito anche controllo!"
    Ultima modifica di mariasole; 11-12-2012 a 01:08
    ......basta guardarsi negli occhi per scoprire il nostro percorso.....il percorso dell' Amore.

  9. #24

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da paola Visualizza il messaggio
    Una domanda al volo. Come genitori dobbiamo firmare il PEI, quella firma a livello legale che valore ha? E' una firma per conoscenza che ne dimostra la consegna o è una firma che sta a testimoniare la condivisione del documenti e che ci sta bene quello che ci è scritto?
    Il P.E.I. tiene presenti i progetti didattico-educativi, riabilitativi e di socializzazione individualizzati, nonché le forme di integrazione tra attività scolastiche ed extrascolastiche, di cui alla lettera a), comma 1, dell'art. 13 della legge n. 104 del 1992.
    Se è redatto insieme alla famiglia, si approva quello che è scritto, od eventualmente si possono contestare alcune cose e trovare assieme una soluzione e poi firmarlo.
    Se invece la famiglia non è stata interpellata e non gli sta bene, può anche non firmarlo e si fissa un incontro per farlo.
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  10. #25

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da GIUSI Visualizza il messaggio
    Ciao Mariasole, ti ringrazio per tutte le informazioni
    Da noi il plesso ha consegnato il P.E.I. prima della fine di giugno, assieme alla Diagnosi Funzionale.
    Al Gruppo H o G.L.H. ho partecipato prima della fine di settembre.Regolarmente firmato.
    In quell'occasione mi è stato detto che ci saremo rivisti la prossima primavera ... ... sbaglio o la tempistica è diversa? Forse dipende dal fatto che eravamo al primo anno?O devo sollecitare qualcuno?
    Se non ricordo male nella classe di Mirco sono 20 piccoli + 4 grandi.
    Devo confidarvi che mi metterebbe ansia sapere che Mirco non ha la presenza della maestra per tutta la mattina...anche se in quella scuola sono tutti collaborativi.
    Avete ragione che rompere gli schemi faccia bene ai nostri cuccioli...ma la testa di mamma...è la testa di mamma!!!
    Credo che la nostra firma intenda "letto, capito, approvato...ma esercito anche controllo!"
    i tempi sono giusti. Anche a me hanno detto di ritrovarci in primavera, anche per dar tempo ai nostri figli di poter raggiungere gli obiettivi fissati.
    Riguardo alla testa di mamma...o al cuore...se Mirco non presenta particolari atteggiamenti aggressivi o problematici, può stare un pò di tempo senza la maestra ..(certamente non quello in cui si fa attività didattica, perchè lì deve essere seguito personalmente, ) nel pranzo, se è autonomo e mangia da solo, nel gioco libero...perchè se ha sempre un adulto che lo segue, non può mai sperimentare sè stesso in un contesto sociale e buttarsi nel mucchio, diventare autonomo, anche rischiando di farsi male o di non sapersi difendere...perchè tutte queste esperienze insegnano a tirare fuori le unghie
    Mariasole non sa difendersi tuttora, ma allontana il bambino che la disturba, o lo manda via, gli dice brutto...se avesse sempre chi lo fa per lei...resterebbe sempre allo stadio attuale.
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  11. #26

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da mariasole Visualizza il messaggio
    C'era una bambina del primo turno di pranzo che era rimasta da sola perchè doveva finire di mangiare, mentre c'erano i bambini del secondo turno che pranzavano. Mariasole ha visto che lei aveva iniziato a fare una lacrimuccia; si è avvicinata e ha cominciato a darle da mangiare, a imboccarla, a rassicurarla, e mentre lo faceva era tutta felice.
    Cara Laura oggi quando sono andata a prendere Stefano le insegnanti mi hanno raccontato una cosa che mi ha subito fatto pensare a te e alle tue parole, mi hanno detto che oggi c'era una bimba della stessa età di Stefano ma di un'altra sezione, che non voleva mangiare e deve anche aver fatto dei capricci, quindi la maestra non la lasciava alzare e a lui ha fatto tanta pena perchè era rimasta sola, tanto che si è seduto vicino a lei e ha iniziato a cantarle le canzoncine, ovviamente a modo suo, così lei guardando lui ha mangiato tutto quello che aveva nel piatto! Anche lui è stato di aiuto ad una compagna e mentre la maestra me lo raccontava lui ascoltava tutto orgoglioso!

    Scusate sono uscita un pò dal seminato di questa discussione, ma avevo piacere di condividere con voi l'esperienza simile a quella di Mariasole!
    ...a modo tuo camminerai e cadrai, ti alzerai sempre a modo tuo...

  12. #27

    Predefinito

    BRAVO STEFANO, non ho dubbi su quello che dici Simona, perchè nella mia esperienza di maestra succede un sacco di volte che i bambini con problemi siano di stimolo e di aiuto agli altri. Adriano (x fare un nome a caso,) imboccava i piccoli, faceva giocare i timidi, accompagnava a fare la pipì quelli più piccoli di lui, faceva le commissioni dalle cuoche, dalle bidelle e nelle altre sezioni....e un sacco di altre cose che non mi vengono più in mente.

  13. #28

    Predefinito

    Scusate sono uscita un pò dal seminato di questa discussione, ma avevo piacere di condividere con voi l'esperienza simile a quella di Mariasole!
    eVVVVAAAIIII! bRAVO MITICO sTEFANO E GRAZIE PER AVER CONDIVISO QUESTA SUA ESPERIENZA!
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  14. #29

    Predefinito

    Originariamente inviato da sabri
    ... ho reso l'idea?
    Sì Sabri, hai reso l'idea.
    A volte capita anche a me che l'assistente o l'insegnante di sostegno non collaborano su quanto da me proposto...
    e quando lo noto, subito le faccio "marciare"... ma così è una doppia fatica,
    prima per spiegare le cose o gli interventi da fare, e poi per " controllare" se vengono fatti.
    Ma cerco di non arrendermi ....forse sensibilizzandole di più si ottengono risultati migliori!
    Prova ad esporre questo tuo sentire al prossimo colloquio che farai con loro.
    Ciao

    p.s. per le faccine basta cliccare sulla faccia gialla sulla barra superiore e poi cliccare sulla faccina che scegli.
    Sul messaggio che scrivi viene fuori la scritta in inglese della faccina e poi quando lo invii appare anche il disegno
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  15. #30

    Predefinito

    Dolcissimi questi episodi
    Mirco si sa difendere...gioca con gli altri in autonomia...addirittura incoraggia il compagno per farlo passare nel tunnel di telo....solo che non sta mai, ma mai!, fermo!
    Va dappertutto e prende tutto.
    E sapete che soprannome gli ha dato la maestra? ATTILA ( tòh! che coincidenza...proprio quello che gli ho dato io a casa )
    ......basta guardarsi negli occhi per scoprire il nostro percorso.....il percorso dell' Amore.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •