Privacy Policy
Visualizzazione dei risultati da 1 a 11 su 11

Discussione: Materiale didattico per scuola media

  1. #1

    Predefinito Materiale didattico per scuola media

    Premetto che per tutto il percorso delle scuole elementari, Lucrezia ha utilizzato il medesimo materiale dei suoi compagni: gli stessi libri, gli stessi quaderni (una marea, fra l'altro, di libri e quaderni, in quanto ogni insegnante per la sua materia fa usare 3-4 quadernoni, ognuno per ogni tematica, tipo uno per algebra, uno per geometria, uno per grammatica, uno per lettura, uno per poesia...).
    Fortunatamente, Lucrezia si giostra abbastanza bene tra tutti questi quaderni, in virtù della sua forte memoria visiva per le copertine, e così con un certo sforzo da parte dei genitori e delle insegnanti (per utilizzare il materiale degli altri per le finalità sue, ovviamente moooolto ridotte) siamo riusciti a portarla alla fine del percorso senza darle testi differenziati.

    Dall'anno prossimo, però, che Lucrezia andrà in prima media, abbiamo deciso di parlare con delicatezza e di non acquistarle gli stessi testi degli altri, per lei praticamente inutilizzabili e che le creerebbero solo confusione.
    L'idea è di usare dei testi "semplificati", che però siano utilizzabili per andare in parallelo con il programma della classe (per es. in storia, geografia, scienze... ovviamente ad esclusione della matematica), e che diano l'impressione di essere libri "per grandi" (altrimenti andrebbero bene i testi delle elementari!!).

    Ora, mi rendo conto di essere "in anticipo" (devo ancora fare i colloqui per sapere dove iscriverla), ma vorrei già orientare la scuola verso questa modalità di gestione, e quindi avere già un'idea della tipologia di testi da acquistare (così glieli farei già avere nuovi per settembre, evitandole di vedere che arrivano i libri nuovi della sorella e dei compagni, ma non i suoi).

    Nella vostra esperienza, com'è stata la gestione del materiale alle medie? avete acquistato i testi della classe oppure no? avete usato materiale differenziato? se sì, di che tipo? Avete materiale da consigliare?
    Come hanno reagito i vostri figli al materiale differenziato dagli altri?

  2. #2

    Predefinito

    A noi è andata di lusso perchè alle medie frequentate da Giorgio vigeva il comodato d'uso per i libri cioè con 70-80 euro avevamo tutti i testi(tranne matamatica) e cosìli utilizzava un po' .Alcuni non sono stati usati,altri sì ma li aveva e li portava regolarmente a scuola.Per storia e scienze però soprattutto l'ultimo anno il prof di sostegno gli aveva scaricato da qualche sito la storia contemporanea semplificata con poche date ma concetti,aveva delle figure e alla fine delle schede con domande inerenti l'argomento poi lui gli disegnava dei bellissimi schemi ,il tutto raccolto in un raccoglitore con buste trasparenti .C'è da dire che Giorgio con noi non si è mai lamentato per avere materiale scolastico differente ,forse per Lucrezia saràpiùdifficile visto che la sorella lo avrà.Noi poi abbiamo spesso fotocopiato testi della Erickson di storia ,scienze,o preso in biblioteca testi semplici dell'argomento trattato a scuola.In bocca al lupo per la scelta.Antonella mamma di Giorgio

  3. #3

    Predefinito

    Marco nelle elementari ha usato sempre materiale diverso dai compagni, soprattutto schede mobili che di volta in volta preparava l'insegnante daccordo con la pedagogista privata in funzione dell'obiettivo da raggiungere nell'anno scolastico. Quindi anche nelle medie l'avere libri diversi non ha creato in lui nessun problema. Anche noi usiamo i testi della Erickson, per esempio storia facile, scienze facili che sembrano libri per adulti scritti in caratteri anche piccoli con stampre in bianco nero. A volte ci sono anche cd allegati utili (ma dipende dal sostegno se riesce a usarli nell'istituto). Ciò nonostante Marco segue con programmi semplificati tutte le materie e questo è fonte di orgoglio per lui, anche la doppia lingua (immaginatevi un pò ).
    E' inutile precisare che c'è un divario notevole tra il suo programma e quello dei compagni, ma i progressi comunque ci sono.
    noi sorteggiati dal computer di Dio!!

  4. #4

    Predefinito

    Dimenticavo di aggiungere che i testi comunque non li ho scelti io, ma mi sono stati indicati dall'insegnante di sostegno a sua totale discrezione.
    noi sorteggiati dal computer di Dio!!

  5. #5

    Predefinito

    Davide ha usato sia alle scuole medie che alle superiori i testi in uso nella classe, ad eccezione di quelli di matematica.

    Sinceramente non mi sono mai posta il problema dei libri; infatti Davide lo usa come i compagni, lo usa molto per le figure e poi a casa (ovviamente con il mio aiuto) fa dei brevi riassunti o mappe concettuali degli argomenti assegnati.
    "....il presente, anche un presente faticoso, può essere vissuto ed accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino."
    Enc. "Spe Salvi"
    Benedetto XVI

  6. #6

    Predefinito

    per alcune materie libri della classe, con dei riassunti preparati dall'insegnante dì sostegno

  7. #7

    Predefinito

    Emanuele fa la seconda media e usa i libri della classe in tutte le materie, fa il medesimo percorso, gli stessi esercizi, gli stessi compiti per casa, studia le stesse pagine (anche in francese e inglese). L'unica variante di quest'anno è che tramite il centro provinciale per le disabilità sensoriali hanno ingrandito i testi in A3 per problemi legati alla vista e allo "spazio" di scrittura degli esercizi da fare direttamente sui testi. devo riconoscere che, a differenza delle elementari, alle medie abbiamo trovato degli insegnanti (tutti e non solo il sostegno) che credono in lui e lo trattano alla pari degli altri. Emanuele è molto felice e gratificato e sia a scuola che a casa lavora molto volentieri. Finalmente dallo scorso anno, dopo problemi iniziali legati ad un insegnante di sostegno poi rimosso, lui lavora in classe tutte le cinque ore.
    p.s. per chi fosse interessato io ho moltissimo materiale tratto dai libri di testo con esercizi a scelte multiple, ecc. Ho molte mappe concettuali e riassunti......tengo tutto perchè nel caso qualcuno abbia bisogno.....ha un pò di lavoro risparmiato.

  8. #8

    Predefinito

    Matteo ha iniziato quest'anno la prima media. Ormai è passato più di un mese dall'inizio della scuola e abbiamo tratto le prime impressioni.
    Non tutte positive purtroppo.
    Abbiamo avuto un colloquio con l'insegnante di sostegno dopo una settimana di scuola e la prima impressione è stata buona.
    Ci è sembrata collaborativa e attiva.
    Ci ha proposto di prendere a Matteo anche dei libri più adatti a lui per poter lavorare meglio senza dover usare un sacco di fotocopie.
    Per noi andava bene. Avevamo comunque concordato che si seguisse il programma della classe ovviamente semplificando i testi e mi ero resa disponibile a leggere a Matteo a casa i testi aiutandolo a fare riassunto e rispondere a domande.
    E' vero che Matteo ha ancora parecchie difficoltà nella lettura e nel linguaggio, ma è comunque in grado di seguire un discorso.
    Quello che poi sostengo è che mentre si esercita a leggere e scrivere perchè non fargli leggere argomenti che stanno affrontando i suoi compagni.
    Invece ci siamo trovati a lavorare su un libro di italiano che è praticamente un libro per prima elementare e quindi leggere filastrocche inutili e fare esercizi con la P-B oppure D-T.
    Poi si è inventata di fargli imparare a scrivere in corsivo che non riesco a capire se ha una qualche utilità o se serve solo per fargli passare il tempo.
    E così a scuola fa pagine di ape, palla ecc.
    Matteo non ha problemi a leggere singole parole anche in stampao minuscolo e abbinarle alle relative immagini.
    Mi sembra l'ora di andare oltre.
    Adesso siamo in attesa di un secondo colloquio per fare presente queste nostre impressioni.
    Gli altri professori, a parte quella di italiano con cui sono riuscita a parlare ieri "placcandola" fuori dalla riunione per l'elezione dei rappresentanti di classe, non li abbiamo ancora conosciuti.
    Quello che mi scoccia di più è che dopo un'estate in cui eravamo soddisfatti dei progressi fatti da Matteo partecipando anche ad iniziative scout nel quale si è trovato praticamente da solo (c'era solo un suo coetaneo) per un campetto di tre giorni con capi e compagni sconosciuti. Tutti sono stati concordi, anche i suoi capi dopo il campo estivo nel dire che è cresciuto a tutti i punti di vista.
    Cominciata la scuola sembra più handicappato dell'anno scorso, tanto da propormi di fare richiesta di assistenza all'uls perchè in mensa è lento.
    Mangia da solo a scuola da quando fa la materna.
    Se è vero che Matteo prova sempre le persone per vedere fino dove può spingersi nel fare i suoi comodi, mi pare che anche i professori provino noi genitori per vedere in sostanza quanto "rompiamo le palle" o quanto ce ne stiamo zitti.
    Provano a vedere se possono fare il minimo sforzo o se invece si devono impegnare di più.
    Manuela, mamma di Matteo Sdd (25/2/2000) e Michele (4/3/2003)

  9. #9

    Predefinito Applicazioni per IPad

    Noemi sono due anni che segue il programma scolastico semplificato, grazie all'impegno dell'insegnante di sostegno e dell'educatrice (in prima media, come Matteo le avevano proposto programmi da prima elementare ) usa la CAA (comunicazione aumentativa alternativa). Ora le e' stato dato in comodato d'uso, tramite un altro istituto scolastico, un IPad, con poche applicazioni, vorrei sapere se avete consigli su quali scaricare, sopratutto didattiche, possibilmente gratis la sua comunicazione verbale a scuola e' inesistente, risponde solo con gesti (timidezza e consapevolezza di sapere che non parla come i suoi coetanei!) anche per questo motivo le hanno concesso l'uso dell'IPad. Grazie a chi può darmi una mano

  10. #10

    Predefinito

    Ho visto molti prodotti didattici della Erikson...però nell'età della scuola dell'infanzia e scuola primaria.
    Prova a informarti se ce ne sono anche per le scuole medie.
    Mio marito mi suggerisce di utilizzare il programma itunes per scaricare i vari programmi, che dovrebbe essere già installato sull'IPAD,
    molti dei quali sono gratis.
    Una domanda: A casa, com'è la comunicazione verbale di Noemi?
    Ciao, spero, con questo poco, di esserti stata utile.
    Laura, mamma di Mariasole..due occhioni blù che ti conquistano!

    p.s.in ogni città di provincia dovrebbe esserci un centro territoriale...mi sfugge il nome...domani a scuola guardo meglio, dove potersi informare per avere delle dritte su metodologie positive sperimentate a livello scolastico... ma penso sia la scuola media che dovrebbe attivarsi in merito.
    La bellezza è nella diversità e nelle"diverse diversità" c'è la vera completezza.

  11. #11
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,205

    Predefinito

    Rispulciando nel forum mi sono imbattuta in questo thread. Volevo segnalare che per i testi delle medie alcune case editrici fanno anche l'edizione per i BES, se gli insegnanti sono attenti scelgono libri di testo che hanno anche una versione semplificata. Lo dico perchè spesso i nostri figli hanno il bisogno di avere lo stesso libro dei compagni, per cui un testo semplificato a volte serve a entrambi gli scopi visto che alcuni per loro sono assurdi. L'anno scorso l'insegnante di matematica ci procurò alcuni testi dell'ATLAS che hanno costi contenuti e sono fatti davvero bene, a partire dalla scrittura tutta in stampato maiuscolo che li agevola.
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •