Privacy Policy
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 21

Discussione: Un incontro che illumina la giornata

  1. #1

    Predefinito Un incontro che illumina la giornata

    Metro di Roma, ore 15:30.
    Una signora (!?) è seduta concentrata a pensare agli impegni del pomeriggio.
    Un uomo basso, con le spalle spioventi, le si siede vicino.
    Lei si gira un attimo a guardarlo, l'occhio indugia quell'istante in più, lui le sorride.
    L'uomo ha la sindrome di down, qualche capello bianco inizia a scorgersi.
    Lei è imbarazzata di averlo guardato troppo insistentemente, anche se il sorriso di risposta di lui era di sincera cordialità. Decide quindi di palesare che il motivo di quello sguardo non era la sua evidente disabilità, quanto un altro.
    "Può essere che ti abbia visto su un giornale qualche anno fa?". Si danno del tu, sono praticamente coetanei.
    "Sssì, sono io", risponde lui, senza celare l'orgoglio di essere stato riconosciuto.
    Lei è meravigliata: era convinta di non essere fisionomista, e che i down fossero tutti uguali.
    "Lavori ancora da MacDonald?".
    "Sssì, a piazza di Spagna, da 12 anni".
    Il dialogo scorre, lui le racconta del suo percorso scolastico, dell'orgoglio per averci un lavoro stabile, "anche ssse non posso ancora montarmi la testa"!.
    Parla bene, eccezion fatta per quel lieve insistere sulla prima lettera, a preludere una frase che poi parte a raffica. Alla signora questo modo di parlare ricorda qualcuna...
    E' una conversazione davvero gradevole, e l'incontro fortuito mette la signora di buon umore. Per la prima volta il viaggio di ritorno a casa le sembra troppo corto, le dispiace di essere arrivata.
    Quando arriva la sua fermata l'uomo si alza in piedi scattante, allunga la mano e con decisione dice: "E' stato un vero piacere conoscerti, spero di rincontrarti!".
    Il piacere è stato tutto mio, davvero, tutto mio!

  2. #2

    Predefinito

    Ma che bello!!!!
    Grazie "signora" di averci raccontato questo episodio
    Francesca, mamma di Davide, Rosa, Margherita e Althea.

  3. #3

    Predefinito

    Bello questo incontro...
    Del racconto ho apprezzato in particolare quel "tu" dato all'uomo con i capelli bianchi... della stessa età della signora ... che evidentemente aveva bisogno di una piccola spiegazione aggiuntiva per tacitare la scelta di non usare la terza persona singolare con uno sconosciuto!
    A parte la battuta... è vero che questi momenti, che "accadono" se solo siamo disposti a metterci in gioco sul tema nelle poche circostanze in cui ci viene dato di provarci... sono sempre molto carichi di emotività e forieri di ottimismo e speranza nel futuro.
    Grazie ... "sig.ra Cristina"
    Non con la mole vincete o fallite ... siate il meglio di qualsiasi cosa siete
    www.darioweb.com

  4. #4

    Predefinito

    Per caso il ragazzo si chiama Gerry?
    Ho appena letto la notizia della donna a Roma in coma per un pugno e visto il video della gente che passa nella totale indifferenza ... ce ne fossero di «signore» e di «ragazzi» come quelli di questo racconto!
    milena, mamma di Francesca... e anche di Giorgia!

  5. #5

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da aledario Visualizza il messaggio
    Del racconto ho apprezzato in particolare quel "tu" dato all'uomo con i capelli bianchi... della stessa età della signora ... che evidentemente aveva bisogno di una piccola spiegazione aggiuntiva per tacitare la scelta di non usare la terza persona singolare con uno sconosciuto!
    Eh eh... dopo il tuo thread sul "tu" e il "lei" di Dario (sia pure trattato con il metodo di lettura veloce ), ho subito parato l'obiezione
    La verità è che io quotidianamente provo a sedurre gli sconosciuti in metro, con scarsissimi risultati

    Un altro particolare bellissimo del dialogo è stato quando la signora ha domandato: "hai fratelli?", e il signore ha risposto compiaciuto: "ssì, uno più piccolo... ffa l'avvocato!".
    La signora ha pensato che forse anche quell'uomo è stato anni fa invidioso di suo fratello che raggiungeva obiettivi per lui impossibili, ma poi è riuscito ad apprezzare quello che aveva, e addirittura ad essere orgoglioso del suo "fratellino". Forse un domani anche sua figlia riuscirà a raggiungere questo ambizioso risultato (non di fare l'avvocato! ).

  6. #6

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da milena Visualizza il messaggio
    Per caso il ragazzo si chiama Gerry?
    ci credi? non gliel'ho chiesto!
    appena posso voglio vedere se su internet si trova ancora quel vecchio articolo in cui lui raccontava tutto quello che faceva da Macdonald, e mi ricordo che segnava l'ora sui pacchi di patatine congelate che andava a ritirare dalle celle frigorifere!

  7. #7

    Predefinito

    ho fatto una ricerchetta su internet e, urka, devo dire che mi trovavo probabilmente di fronte ad un vero divo! Alfredo Scarlata, il ragazzo che interpretava Eugenio da giovane nel film "Ti voglio bene Eugenio"!
    http://archiviostorico.corriere.it/2...20407190.shtml

  8. #8

    Predefinito

    Ma che bello questo incontro.... anche a me ha illuminato la giornata!
    Grazie
    Patrizia (mamma di Flavio 11/03/2005)

  9. #9

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da drdlrz Visualizza il messaggio
    Una signora (!?)
    no Cri ti prego...SIGNORA NO!....siamo praticamente coetanee e ALMENO NOI non autodefiniamoci SIGNORE, che mi sa veramente di vecchietta col bastone...un "Donna" ci sta molto meglio!
    Fa rumore camminare tra gli ostacoli del cuore! (Ligabue - Gli ostacoli del cuore)

  10. #10
    Junior Member L'avatar di manutati
    Registrato dal
    Dec 2009
    residenza
    Pont-Saint-Martin (Valle d'Aosta)
    Età
    31
    Messaggi
    46

    Predefinito

    Ho letto l'articolo del corriere che drdrlz ha linkato..e mi ha colpito molto questa cosa: "Non a caso, sono documentate decine di gravidanze che si sono concluse felicemente in donne Down, scaturite da rapporti con uomini normali. La probabilità che il figlio sia colpito da trisomia 21, in questi casi, è del 50%."....io questo non lo sapevo, è vera questa cosa??

  11. #11

    Predefinito

    sì, anche se il problema qui è averci la maturità di crescere un figlio, down o no, e non tanto la possibilità di riprodursi e di non originare figli trisomici... il discorso è ampio...

  12. #12

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da drdlrz Visualizza il messaggio
    Un altro particolare bellissimo del dialogo è stato quando la signora ha domandato: "hai fratelli?", e il signore ha risposto compiaciuto: "ssì, uno più piccolo... ffa l'avvocato!".
    La signora ha pensato che forse anche quell'uomo è stato anni fa invidioso di suo fratello che raggiungeva obiettivi per lui impossibili, ma poi è riuscito ad apprezzare quello che aveva, e addirittura ad essere orgoglioso del suo "fratellino". Forse un domani anche sua figlia riuscirà a raggiungere questo ambizioso risultato (non di fare l'avvocato! ).
    Bellissimo!!! Mi sono commossa nel leggere tutto il racconto, ma quest'ultima parte mi ha toccato profondamente!
    Loredana, mamma di Emilio (1999) ed Edoardo sdd ( 2001)

  13. #13

    Predefinito

    Una delle ultime volte che sono stata nella capitale ho alloggiato in un hotel in via due macelli, vicinissimo a piazza di Spagna. Ero molto curiosa di andare in quel McDonald proprio perchè avevo saputo che ci lavorava un ragazzo down e ci andai a mangiare qualcosa con mio figlio Francesco, che allora aveva 12 o 13 anni. Enrico era rimasto a casa con la nonna perchè avevamo voluto dedicare due giorni tutti per il nostro primogenito normo, stante l'indiscussa capacità del fratello + piccolo, sdd, di accentrare il grosso delle nostre attenzioni su di lui, approffittando di un corso di aggiornamento del marito. Lo abbiamo appena intravisto ma non ho avuto il coraggio di avvicinarmi e di chiedergli qualcosa. Mi ha fatto piacere che Francesco lo vedesse e che capisse che ci sono tante possibilità...Nel McDonald + vicino a casa già da qualche anno lavora un altro pinguino, si chiama Enrico come il mio, mi dicono che é molto bravo nel suo lavoro, usa anche lui il pulmann per arrivarci. Purtroppo ha poca visibilità perchè lavora all'interno, che peccato...
    Ci metterei la firma, tra qualche anno!
    valeria

  14. #14

    Predefinito

    Alfredo è capo magazziniere da Mc Donald ed è un ragazzo veramente in gamba. Lui, come tanti altri, sono per noi di ragazzi più piccoli, l'esempio e la speranza.

  15. #15

    Predefinito

    Quote Originariamente inviato da luly Visualizza il messaggio
    Lui, come tanti altri, sono per noi di ragazzi più piccoli, l'esempio e la speranza.
    .....parole sante !
    ......basta guardarsi negli occhi per scoprire il nostro percorso.....il percorso dell' Amore.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •