Privacy Policy
Pagina 1 di 6 12345 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 15 su 88

Discussione: Permessi legge 104 fruibilità ad ore

  1. #1
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,206

    Predefinito Permessi legge 104 fruibilità ad ore

    Visto che è problema comune trovare un po' di ostacoli da parte del datore di lavoro per usufruire delle 3 giornate di permesso previste dalla 104 a ore (cosa necessaria per portare i ns figli a fare riabilitazione ad esempio) vi riporto i messaggi dell'INPS a riguardo.

    Quote Originariamente inviato da Inps
    Messaggio Inps del 18 giugno 2007, n.15995
    Messaggio INPS 18 giugno 2007, n. 15995

    "Frazionabilità dei permessi giornalieri di cui al comma 3 della legge 104/92 - modifica criteri"
    Al fine di fornire una soluzione unitaria al problema della frazionabilità dei permessi lavorativi dei familiari di portatori di handicap grave, data la diversa soluzione interpretativa adottata dagli enti previdenziali, Inps e Inpdap, con proprie circolari (Inps n. 211/1996 e Inpdap n. 34/2000), il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, con propria circolare, ha ammesso la possibilità di fruire dei tre giorni di permesso di cui al comma 3 della Legge 104/1992, anche frazionandoli in permessi orari.
    Tale frazionamento, comunque,non potrà portare al superamento delle 18 ore mensili. (1)

    Ciò premesso, con decorrenza immediata, le sedi dovranno uniformarsi all'orientamento interpretativo Ministeriale sopra esposto.

    Il Direttore Centrale
    Dopo qualche giorno segue altra comunicazione a parziale rettifica e integrazione della n. 15995

    Quote Originariamente inviato da Inps
    Messaggio INPS - Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito, 28 giugno 2007, n. 16866
    Messaggio INPS - Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito, 28 giugno 2007, n. 16866

    "Frazionabilità dei permessi ex articolo 33 comma 3 della legge n. 104/1992- Massimale orario mensile- Ulteriori istruzioni."

    Si fa seguito al messaggio n. 15995 del 18/06/2007 per fornire ulteriori istruzioni in merito alla determinazione del numero massimo di ore di permesso fruibili nel mese, da parte dei lavoratori beneficiari dei tre permessi giornalieri mensili previsti dall'articolo 33 comma 3 della legge n. 104/1992 per l'assistenza ai disabili in condizione di gravità.
    Occorre, innanzitutto, premettere che il limite orario mensile opera esclusivamente laddove i permessi giornalieri vengano utilizzati,anche solo parzialmente, frazionandoli in ore e non quando vengano tutti fruiti per giornate lavorative intere.

    E' necessario, in secondo luogo, precisare che il massimale di diciotto ore mensili,indicato nel messaggio citato in premessa, si applica ai lavoratori con orario normale di lavoro settimanale di trentasei ore articolato su sei giorni lavorativi.
    Infatti, l'algoritmo di calcolo, da applicare alla generalità dei lavoratori con orario normale di lavoro determinato su base settimanale, ai fini della quantificazione del massimale orario mensile di permessi, è il seguente:

    (orario normale di lavoro settimanale/numero dei giorni lavorativi settimanali) x 3
    = ore mensili fruibili.

    A titolo esemplificativo, un lavoratore con orario di lavoro settimanale pari a 40 ore, articolato su 5 giorni, potrà beneficiare mensilmente di 24 ore di permesso. Infatti, in tale caso l'algoritmo di calcolo sarà il seguente: (40/5) x 3 = 24

    Similmente, l'algoritmo di calcolo, da applicare alla generalità dei lavoratori con orario normale di lavoro determinato dai contratti collettivi di lavoro su base plurisettimanale, ai fini della commisurazione del massimale in argomento, è il seguente:


    (orario normale di lavoro medio settimanale /numero medio dei giorni lavorativi settimanali) x 3
    = ore mensili fruibili.

    Per tale fattispecie, si riporta come esempio il caso di un lavoratore con orario di lavoro plurisettimanale articolato nella seguente maniera: 8 settimane da 32 ore su 4 giorni lavorativi alla settimana, 4 settimane da 40 ore su 5 giorni lavorativi alla settimana, 4 settimane da 36 ore su 6 giorni lavorativi alla settimana. Applicando l'algoritmo sopra enunciato, nel caso in esempio, il lavoratore avrà diritto a 22,1 ore mensili. Infatti, in tale caso l'algoritmo di calcolo sarà il seguente: (35/4,75) x 3 = 22,10

    IL DIRETTORE CENTRALE GOLINO
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  2. #2

    Predefinito

    Grazie Paola!!!!UTILISSIMO!!!!
    Farò subito riferimento a questo messaggio INPS con il mio datore di lavoro!!!!

  3. #3

    Predefinito

    Già da molti anni prima dei messaggi Inps indicati utilmente da Paola, nella mia amministrazione (lavoro in un ente strumentale della regione sarda) hanno applicato questi criteri. Il mio orario è di 36 ore/settimana su 5 gg. lavorativi e posso usufruire di 22,15 ore di permessi frazionati. Inoltre la collega che gestisce il sistema di rilevazione delle presenze ha inserito nella macchina un codice, che io mi limito a digitare quando esco prima di aver finito l'orario, che giustifica in automatico la causale, che risulta poi nei tabulati delle presenze che ci passano tutti i mesi. Ho così finito, grazie al cielo, di scrivere all'amministrazione per segnalare i miei permessi L. 104. Resta a me il carico di tenermi la "contabilità" delle ore mensilmente per evitare di eccedere e andare oltre il limite.
    Effettivamente in questo modo riesco a gestirmi meglio la vita familiare, scolastica, gli impegni etc. Anche perchè è ogni giorno che abbiamo un casino di cose da sbrigare che ruotano intorno ai nostri figli. Risolvono di più una o due ore spesso che tre giorni al mese. E se poi non riesco ad usarle per diversi motivi, le ore si possono sempre tradurre in un'intera giornata a fine mese, quando serve!
    valeria

  4. #4

    Predefinito

    Io invece avevo iniziato, d'accordo con il datore di lavoro, a fare 1 ora al giorno.
    Dopo 2 mesi che lo facevo è intervenuta l'inps dicendo che posso prendere o gionate o mezze giornate.
    Enrica mamma di Ale sdd 11 anni,Andrea 9 anni e Rachele 2 anni

  5. #5
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,206

    Predefinito

    Il problema del poter usufruire dei permessi della 104 a ore è annoso e, a riguardo, mi pare ci siano proprio delle sentenze di tribunali x lavoratori che hanno addirittura dovuto far causa per poterne usufruire a ore cosa sicuramente + logica se la 104 serve davvero x visite e terapie, o comunque a servizio di chi il problema ce l'ha, e non per farsi i fatti propri, come nel caso dell'estensione ai non conviventi di cui gli italiani stanno abusando a piene mani (tanto x cambiare).
    Finalmente queste sentenze sono state recepiete con una comunicazione ufficiale dell'INPS, il che, per molte persone che non hanno un datore di lavoro o dei referenti INPS informat,i è molto utile. Io, ad esempio, a rientro dal lavoro, dapprima ho trovato l'uff del personale a livello nazionale che mi diceva (come è successo ad Enrica) che potevo prendere i permessi solo a mezze giornate e per giunta mantenendo la distinzione mattina e pomeriggio (ovvero 3 mattine e 3 pomeriggi cosa che mi complicava parecchio la vita e stavo valutando di prendermi un part time ), il referente INPS invece sosteneva che era un abuso da parte del datore di lavoro xchè x loro non faceva alcuna differenza, e aggiunse anche un commento del tipo "con tutti quelli che si prendono la 104 non vedo perchè dovrebbero creare problemi proprio a lei che il problema ce l'ha davvero" Alla fine trovai una collega all'ufficio del personale di zona che mi disse di farmela ad ore xchè tanto informaticamente le segnalazioni erano possibili e l'INPS pagava lo stesso, quindi nello specifico c'era troppo zelo da parte dell'altra collega Questo per dire che paese che vai... usanza che trovi (tanto per cambiare)
    Tanto per dirla tutta, ieri ho fatto la ricerca per mio marito, visto che quest'anno dovrà prenderli lui, perchè il suo "collega" addetto alla gestione del personale (mica datore di lavoro eh!) fa problemi praticamente su tutto, uscendosene con frasi del tipo "Se secondo te ti spetta fa causa" e simili, e agli altri non ha riconosciuto la 104 nè a mezze giornate nè tanto meno a ore Quindi, al solito, si è dovuto recare da un funzionario con tanto di giurisprudenza in tasca (roba da matti) per dimostrare che la sua richiesta è motivata, e se non fossero uscite le comunicazioni INPS del 2007, sicuramente si sarebbe preso un altro bel mal di pancia e lasciato perdere...

    Comunque prima di tali comunicazioni,che recepiscono quelle che sono le sentenze degli ultimi anni, come documento INPS ufficiale c'era lacircolare n.211 del 31/10/1996 che diceva
    "4) FRAZIONABILITA' DEI PERMESSI GIORNALIERI
    A parziale modifica di quanto previsto al paragr. 1 della circ. n. 80/95, tenuto conto dell'orientamento recentemente assunto dal Ministero del Lavoro, si precisa che i giorni di permesso potranno essere fruiti (sempre nel limite massimo di 3 gg. al mese per ogni soggetto handicappato) anche frazionati in mezze giornate lavorative, prendendo a riferimento per il calcolo della mezza giornata l'orario complessivo di lavoro giornaliero di fatto osservato.
    Cosicché, se un lavoratore, con orario giornaliero di lavoro pari a 7 ore, comunque distribuite nella giornata, chiede 3 gg. di permesso mensile, lo stesso può fruire, nel mese, per se stesso, fino a 6 permessi di 3 ore e mezza ciascuno. "

    Quindi Enrica è per quello che l'INPS di turno vi ha detto in quel modo però ora hai gli strumenti x usufruirne a ore e l'impiegato di turno non ti può far problemi

    Tra l'altro ieri sera stavamo un attimo ragionando proprio sull'uso delle 104 "false" collegando mentalmente una cosa che mi era stata detta tempo fa (all'epoca mi sembrava un'assurdità) da un mio zio stufo dei colleghi 104isti e queste comunicazioni dell'INPS. Praticamente mi diceva che i suoi colleghi usavano tutti la 104 del nonnino di turno per farsi i prolungamenti del we e prendevano le giornate intere per 3 lunedì al mese perchè era l'unico giorno della settimana in cui c'era il rientro pomeridiano
    Praticamente questi conoscevano talmente tanto bene la legge, di cui dal mio punto di vista estremista non dovrebbero proprio usufruire , tanto che si erano studiati pure il modo x bypassare il limite di ore massimo mensile (basta non prendersi manco un'ora) e assentarsi il più possibile dal lavoro e noi invece ci dobbiamo scaricare le leggi da internet per poter avere riconosciuto (forse) il diritto all'ora libera x accompagnare i nostri figli a riabilitazione
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  6. #6

    Predefinito 104

    Grazie mille Paola, per la chiarezza delle spiegazioni.
    Io ero al corrente della prima parte, cioe' che fossero frazionabili a ore, pero' fino ad oggi pensavo di essere FUORI legge, perche' l' ASL mi applicava 7,12 per 3 cioe' 21,36 minuti.
    E cioe' gia' come dovrebbe essere..... io pero' che avevo letto il massimale delle 18 ore non mi sognavo certo di dirlo ..... e pensavo proprio di essere fuori Legge.

    Da oggi non lo sono piu'.

    Thank yuo
    By Elena

  7. #7

    Predefinito

    c'è qualcuno che prende questi permessi da insegnante nella scuola pubblica?
    Francesco

  8. #8
    Super Moderator Pinguino reale L'avatar di giuly
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    provincia di Torino
    Messaggi
    1,677

    Predefinito

    Io, in qualità di insegnante di scuola primaria, usufruisco dei permessi completi, non frazionati ad ore per il momento.
    Poichè lavoro con contratto part-time mi spettano due giorni al mese anche se non sempre li sfrutto... in effetti facendomi due calcoli mi converrebbe tornare all'orario completo ed utilizzare i permessi frazionati... non fosse sempre per il solito problema di non venire sostituita e pesare quindi sulle colleghe e, peggio, sugli alunni...

  9. #9
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,206

    Predefinito

    Non so se c'è sul forum... però se la domanda è se gli insegnanti li possono prendere la risposta è sì e ci sono analoghe circolari INPDAP
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  10. #10
    Administrator Pinguino reale L'avatar di paola
    Registrato dal
    Jan 2006
    residenza
    Conza della Campania, Italy
    Età
    46
    Messaggi
    5,206

    Predefinito

    Ho cercato tra la normativa INPDAP ma non riesco a trovare la circolare di riferimento indicata dal sito handilex al seguente link
    http://www.handylex.org/stato/c100700a.shtml
    anzi a quel numero di circolare ne corrisponde una che non riguarda la 104 ma tutt'altro

    In ogni caso, Francesco, il problema vero per chi svolge un lavoro come l'insegnante è di altro tipo purtroppo.... Praticamente l'assenza da 104 di una due o anche tre giornate continuative non viene sostituita con una supplenza, quindi di solito assentandosi spesso x la 104 si incorre in attriti con colleghi e genitori degli alunni.
    "Ieri è storia, domani è un mistero, ma oggi è un dono e per questo si chiama presente"

  11. #11

    Predefinito

    ma forse, per questo cercavo qualcuno che l'avesse fatto, si può concordare con la scuola un orario "ridotto" sottraendo stabilmente dall'orario i permessi mensili
    Francesco

  12. #12

    Predefinito Per Francesco

    francesco certo ke i docenti possono usufruire die tre gg. sia interi ke frazionati,e sappi ke il capo d'istituto non puo anteporre le esigenze didattiche alle tue scelte dei gg. ciao
    Rosanna

  13. #13

    Predefinito

    Io come docente ne usufruisco quando ne ho bisogno.

    Fin'ora non ho mai usato permessi frazionati, ma sempre di giorni interi.

    Per quanto riguarda le sostituzioni, almeno nelle scuole superiori vengono effettuate dai colleghi, a pagamento, per cui ....nessun attrito!

    Tali permessi inoltre, a differenza di altri (ferie ecc.), non sono subordinati alle esigenze di servizio; pertanto non possono essere negati.
    "....il presente, anche un presente faticoso, può essere vissuto ed accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino."
    Enc. "Spe Salvi"
    Benedetto XVI

  14. #14

    Predefinito fortunato te....

    Fortunato te che hai incontrato capi d'istituto "normali"; di contro io, idem scuole superiori, ho avuto a che fare sempre con zitelle isteriche e omoni con alzaimer incipiente,. Ti assicuro che in queste circostanze, pur chiedendo di esercitare un diritto, ti devi mostrare grato, devi chiedere scusa del fastidio che procuri e ti fanno pure i ....dietro. Però poi, le soddisfazioni ti vengono quando ,queste stesse persone ti investono di incarichi che "altri non sanno condurre"....ed era allora che io mi toglievo le pietre dalle scarpe.....
    Rosanna

  15. #15

    Predefinito Re: fortunato te....

    Quote Originariamente inviato da rosy
    Fortunato te che hai incontrato capi d'istituto "normali"; di contro io, idem scuole superiori, ho avuto a che fare sempre con zitelle isteriche e omoni con alzaimer incipiente,. Ti assicuro che in queste circostanze, pur chiedendo di esercitare un diritto, ti devi mostrare grato, devi chiedere scusa del fastidio che procuri e ti fanno pure i ....dietro.
    Hai ragione Rosy, molto dipende dai capi dìIstituto.
    Io, che di scuole ne ho girate diverse, per fortuna non ho mai dovuto, non solo discutere, ma neanche chiedere per avere.
    Devo però anche dire che io non ho mai chiesto direttamente i permessi al preside, ma ho semplicemente presentato domanda in segreteria;
    quindi se poi il preside ha fatto commenti spiacevoli o ha storto il... muso a me personalmente non è arrivato niente!
    "....il presente, anche un presente faticoso, può essere vissuto ed accettato se conduce verso una meta e se di questa meta noi possiamo essere sicuri, se questa meta è così grande da giustificare la fatica del cammino."
    Enc. "Spe Salvi"
    Benedetto XVI

Discussioni simili

  1. legge 104 - certificazione in base al cariotipo
    Da drdlrz nel forum Noi, le istituzioni e le leggi
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 04-06-2012, 18:33
  2. Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 13-01-2010, 00:34
  3. legge 104- Scelta sede di lavoro.
    Da pat65 nel forum Noi, le istituzioni e le leggi
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 23-04-2007, 09:08

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •